ANALISI ICF – Come sarà la nuova Viola? La probabile formazione

La Fiorentina ha deciso di chiudere un ciclo salutando Cincotta dopo ben cinque anni. A prendere il suo posto sarà Patrizia Panico, ex bomber che aveva chiuso la carriera proprio a Firenze siglando 20 reti in 22 presenze a 40 anni. Sfida intrigante quella intrapresa dai dirigenti viola: Panico da giocatrice è stata una vincente guadagnando sul campo 10 Scudetti, 5 Coppe Italia e 8 Supercoppe Italiane, ma come allenatrice si può definire una vera e propria emergente dopo l’unica esperienza maturata con l’under 15 maschile e i due ruoli da vice in under 16 e under 21.

LA FIORENTINA DELLO SCORSO ANNO

La Fiorentina della passata stagione aveva utilizzato quasi sempre il 4-3-3. In porta inizialmente c’era stata alternanza tra Schroffenegger e Ohrstrom poi la prima, a suon di parate, aveva guadagnato la titolarità. Davanti a lei il muro difensivo composto dal duo Quinn-Tortelli ha alternato partite di grande sostanza e solidità difensiva ad altre uscite meno felici. Sulle fasce la Fiorentina aveva deciso di puntare su una giovanissima Zanoli, ma soprattutto aveva deciso di sostituire Alia Guagni con una soluzione interna, ossia l’arretramento sulla linea difensiva di Thogersen, con qualche preventivabile lacuna difensiva.

A centrocampo aveva iniziato benissimo Mascarello poi costretta a chiudere anzitempo la stagione a causa della rottura del crociato. Breitner, Middag e Vigilucci hanno alternato ottime prestazioni a uscite incolori, mentre Adami ha dovuto fare gli straordinari giocando spesso anche come difensore centrale a causa dei fastidi fisici che hanno tenuto fuori Tortelli. La giocatrice che doveva far fare il salto di qualità al centrocampo viola, però, doveva essere Claudia Neto, CN7, arrivata in estate portandosi dietro alte aspettative che non sono state propriamente esaudite: alcuni sprazzi di pura qualità alternati a tante partite in chiaroscuro giocate dalla portoghese.

Il tridente di inizio campionato Bonetti-Sabatino-Piemonte si è presto sgretolato prima con la partenza di Bonetti in direzione Madrid poi con la positività al covid che ha tenuto Martina Piemonte a lungo lontano dal campo. L’americana Kim le ha sostituite solo per poche partite prima di ripartire in direzione USA. Cincotta, in piena emergenza, ha dovuto affidare le fasce ai due giovani talenti Baldi (2000) e Monnecchi (2001) che hanno saputo creare fin da subito un’ottima intesa e sono state in grado di far male a molte difese.

LA NUOVA FIORENTINA

È probabile che l’arrivo di Patrizia Panico sulla panchina viola porti a molti cambiamenti, soprattutto a livello tattico. L’ex bomber nell’under15 maschile aveva spesso utilizzato il 4-3-1-2 proponendo un centrocampo a rombo a sostegno delle due punte. I cambiamenti, però, non si fermeranno al livello tattico, ma comprenderanno anche la rosa. Tanti sono già stati gli addii in casa viola, alcuni davvero importanti. Dopo ben cinque stagioni ha salutato Ohrstrom per tentare un’ultima avventura da titolare a Roma, sponda Lazio. In difesa hanno salutato Cordia e Quinn, pilastro della difesa viola. A centrocampo Middag. Infine, in attacco è partita Clelland, in direzione Sassuolo, dopo varie stagioni in riva all’Arno. È in dubbio anche la presenza nella prossima Fiorentina di Martina Piemonte che potrebbe salutare dopo una sola stagione per accasarsi al Napoli.

La Fiorentina, però, ha iniziato a muovere anche i primi passi in entrata. Nonostante la folta concorrenza è riuscita ad aggiudicarsi dal Napoli prima il giovane talento Cafferata poi la rivelazione del centrocampo partenopeo Sara Huchet. Dal Milan dovrebbe arrivare un difensore d’esperienza come Francesca Vitale, mentre in attacco la Viola è riuscita a mettere a segno un colpo da novanta facendo firmare la bomber Melania Martinovic, ormai rimasta svincolata dalla Florentia. Le chiavi dell’attacco, quindi, dovrebbero essere affidate alla inedita coppia Sabatino-Martinovic, due bomber che tanto bene hanno fatto negli ultimi anni e che potranno usufruire dei consigli di colei che in carriera per ben 14 volte si è portata a casa il titolo di capocannoniere della Serie A.

LA PROBABILE FORMAZIONE

Possibile Fiorentina 21-22 (4-3-1-2): Schroffenegger; Cafferata, Vitale, Tortelli, Zanoli; Huchet, Neto, Mascarello; Baldi; Sabatino, Martinovic.

Photo credit: Gabriele Maltinti – GettyImages

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...