Milan-Roma, Ganz: “Vincere la Coppa Italia sarebbe un traguardo storico”

La vigilia della Finale. Domani si gioca Milan-Roma, ultimo atto della Coppa Italia Femminile 2020/21 in diretta domani sera alle 20.30 su AC Milan Official App, che mette in palio quello che potrebbe essere il primo trofeo della storia delle rossonere. Oggi, in conferenza stampa da Milanello, Mister Maurizio Ganz ha presentato in conferenza stampa la partita. Le sue parole sono state trasmesse in diretta da AC Milan Official App. 

QUI MILAN
Sarà un evento importante per tutti. La famiglia nel mondo Milan è fondamentale: la società è stata vicina per tutta la stagione. Sono contento che ci sia anche Stefano (Pioli) in tribuna, a dimostrazione di una famiglia al completo. Abbiamo preparato la partita come le altre sfide di campionato. In una gara secca non ci sono rivincite, ma la consapevolezza di avere preparato tutto nei minimi dettagli ci dà fiducia per approcciare al meglio la partita di domani sera. Dovremo dare il massimo, come le mie guerriere hanno fatto in tutto il campionato, in una stagione in cui abbiamo messo testa, gambe e cuore”.

LA POSTA IN PALIO
“A inizio anno speravamo di fare un grande campionato, abbiamo ottenuto una qualificazione meritatissima in Champions: si parlava di Roma e Fiorentina per l’Europa ma bisogna dare valore a quanto fatto dalle ragazze. La Finale di domani è un’occasione incredibile, chi vincerà porterà a casa il primo trofeo della sua storia: è una gara secca in cui la stanchezza conterà poco, l’importante sarà andare in campo e dare tutto. In questo ultimo mese abbiamo avuto la rosa quasi completa e questo ci ha aiutato a preparare al meglio la partita”.

LE EMOZIONI
“Ci sono tante emozioni. È la prima finale sia per noi che per la Roma, il nostro è stato un percorso importante battendo Sassuolo e Inter, ribaltando in questo caso la partita persa all’andata. Domani tornerà il pubblico, sia dal vivo con i tifosi rossoneri che ci guarderanno sia sugli spalti, sia in televisione. Ci farà tanto piacere riabbracciare i tifosi che in questo lungo anno hanno sofferto la pandemia, poterli riabbracciare sarà un’emozione in più”.

SCELTE E CHIAVI TATTICHE
“A Sassuolo ho scelto Grimshaw perché secondo me dovevamo fare un gioco diverso. Domani ci sarà bisogno di fare gol, credo che giocheremo con Giacinti e Dowie davanti. Dovremo partire nella maniera giusta nei primi 15-20 minuti, per fare capire alla Roma che ci siamo. Abbiamo giocatrici importanti che sapranno gestire momenti di esaltazione ma anche di difficoltà, dovremo essere concentrate e lavorare sui dettagli”.

LA VIGILIA
Stasera non dormirò, come non ho dormito le sere precedenti alle partite di campionato. La sera prima ti viene da pensare a quello di cui c’è bisogno, se hai lavorato su tutti i dettagli. Sono carichissimo, come lo sono le giocatrici. Ne ho giocate tante di partite importanti, ma una Finale di Coppa Italia da allenatore è un lavoro diverso. Le partite le sento così, l’importante sarà riuscire a dormire bene domani sera. Colgo l’occasione anche per ringraziare Betty Bavagnoli e Rita Guarino, che il giorno successivo alla qualificazione in Champions mi hanno scritto per farci i complimenti, è qualcosa che nel calcio di oggi non è scontato”.

L’AVVERSARIA
“La Roma è migliorata tanto, ha giocatrici importanti. Quest’anno contro di loro abbiamo giocato due belle partite, combattute. Sono migliorate tanto, l’acquisto di Linari è stato importante. Hanno un capitano, Bartoli, con grande esperienza e trasporto. Hanno Lazaro che ha fatto molto bene e hanno Giugliano che è una giocatrice fantastica. Hanno un gioco molto buono, non si lesinano in attacco. Dovremo essere bravi a fare la partita perfetta, anche noi abbiamo armi importanti in avanti”.

IL CAMMINO ROSSONERO
La svolta è stata nelle due sconfitte consecutive contro Juventus e Inter: lì ci siamo ripresi e abbiamo continuato il nostro cammino. Essere riusciti a tirarci fuori da quel momento è stato importante, da lì poi siamo ripartiti. Le nostre guerriere dal primo giorno non lesinano la fatica. Danno sempre tutto, tutte le cose che proponiamo le fanno, sono consapevoli di doversi sacrificare e dare tutto per questi colori. Mi meraviglio ogni volta perché hanno voglia, sentono che è il loro momento: sono contento che siamo arrivati qui, perché si meritano tutto quello che è capitato loro quest’anno“.

COSA SIGNIFICHEREBBE VINCERE
Sarebbe importantissimo, un traguardo storico. Qualche giocatrice ha già vinto trofei, altre hanno fatto finali importanti. Credo che questa Finale per noi sia arrivata nel momento giusto: alle mie guerriere dico che sta a noi prenderla. Dipenderà da noi, sapendo che ci sarà davanti una Roma agguerrita che vorrà fare altrettanto. Domani ci sarà da divertirsi, credo che sarà una partita importante anche per il movimento femminile.

Fonte: Acmilan.com

Photocredits: Acmilan.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...