ESCLUSIVA ICF – Ag. Sperandeo: “La Juve superiore. Il Verona non ha un gioco. Su B e C…”

Parte prima

Dalla Serie A alla Serie C, passando per la B. Le assistite della Group Sport Management di Angelo Sperandeo spaziano in ogni lega. La redazione di IlCalcioFemminileICF.com l’ha quindi raggiunto in esclusiva per fare un punto sui campionati e per parlare del futuro delle sue assistite.

SERIE A

La Juventus è un gradino sopra le altre: è una squadra che punta al panorama europeo e, per questo, in estate farà acquisti mirati, con magari qualche possibile cessione di alto livello, come Bonansea e Giuliani, che non escludo possano partire. Poi, credo che ci sia poca lotta: l’unica squadra che potrà competere con le bianconere il prossimo anno, secondo me, è il Milan, se dovesse arrivare qualche top player internazionale e capace di vivere ai piani alti.
Il terzo posto del Sassuolo è meritato e secondo me non è una vera sorpresa: chi conosce Piovani, poteva aspettarselo. E’ un grande tecnico e punta molto sulle giovani, sapendo valorizzare anche gli elementi più esperti (vedi Pirone).
Su Spugna? Anche lui ha considerazione delle giocatrici giovani e italiane, ma non mi ha entusiasmato troppo, in verità. Dove andrà secondo me? Deve decidere lui tra Roma e Fiorentina, al momento è una bella lotta.
Napoli? Hanno preso troppe straniere. Importantissimo è, per esempio, che una coppia di difesa parli la stessa lingua, altrimenti si fa fatica. Avrei puntato più su italiane esperte di A, piuttosto che su tutte queste straniere. Hanno investito male un gran capitale. Ma, per loro fortuna, qualche acquisto si è rivelato azzeccato.
L’Inter deve rifondare, come anche la Fiorentina, che forse è stata troppo concentrata sulla Champions e poco sul campionato. La Roma? Peccato per il girone di andata, perché il ritorno è stato ottimo. E ora se la giocheranno in Coppa Italia col Milan. Chi invece non mi è piaciuto è il Verona: non vedo un gioco. La partita funziona a lanci lunghi e pedalare… a tratti ha fatto meglio il Bari.

SERIE B

Pomigliano? All’inizio non li davo per favoriti, ma grazie a un bel gruppo amalgamato (e molte di loro già avevano giocato assieme) sono andate fino in fondo. Con due allenatori bravi, Esposito prima e Tesse poi, hanno dimostrato grande valore. Faccio i miei complimenti al ds Seno e al presidente Pipola.
Lazio? A metà stagione serviva una scossa e Carolina Morace l’ha data, dopo un primo periodo di ambientamento. Invece mi aspettavo qualcosa in più dal Tavagnacco, ma hanno un alibi: sono stati falcidiati dal covid. Però, a inizio anno avrei scommesso su di loro per la promozione.
Como? All’inizio non c’era grande feeling tra squadra e allenatore. Poi credo che alcune giocatrici arrivate dalla A non abbiano fatto la differenza.
La vera sorpresa è stato il Cesena, una squadra con un budget molto più basso rispetto le altre società
. Ma con poco il direttore Sanna le ha fatte lottare per la A.

SERIE C

Girone A – Ottima la Pro Sesto, con tante giovani forti; mi piace anche il Genoa, bella sorpresa.
Girone B – Nonostante qualche caduta, il Cortefranca sta ammazzando il campionato. Mi aspettavo qualcosa in più da Padova e Venezia.
Girone C – Ora la Torres vola, dopo avvio lento, e sta mantenendo le aspettative. Se la giocano con l’Arezzo e il Bologna.
Girone D – La Res è crollata dopo l’infortunio di Nagni. Il Chieti invece sta facendo bene, trascinato da Galluccio, giocatrice di categoria superiore. Ma il Palermo ora sta andando benissimo e dovrebbe spuntarla.

di Luca Bendoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...