RETROSCENA ICF – Heroum, l’addio al Milan e quei giorni pazzi: Inter, Napoli, Florentia. Poi…

E’ metà giugno. La stagione 2019/2020 è già finita da tempo, bloccata sul più bello dall’arrivo della pandemia. Il Milan non è arrivato in Champions per un soffio: l’algoritmo ha sancito che, a parità di punti, il passaggio in Europa spettasse alla Fiorentina. E così è stato. Allora, la dirigenza rossonera lavora per programmare la stagione successiva, tra acquisti, cessioni e rinnovi.

FOTO ICF – Laura Damiano x IlCalcioFemminile.blog

Sperava di rientrare tra le confermate anche Nora Heroum, centrocampista finlandese dotato di grande duttilità – tanto da poter giocare anche come esterno (alto e basso), su entrambe le fasce. Ma per lei il futuro non sa di rossonero: il club le comunica l’imminente addio, e tanti club italiani sono alla finestra.

Tra questi c’è anche… l’Inter! Le nerazzure, nelle ore successive alla notizia della sua partenza, fanno un sondaggio con l’allora intermediario italiano della giocatrice, Luca Grippo di FTA. Subito dopo, arriva anche una chimata dal Sassuolo. Il telefono dell’agente è bollente, tra sondaggi e richieste di informazioni. Le notizie cominciano a filtrare, ma per Nora è troppo presto per decidere.

Photo credit: Pier Marco Tacca – Inter via GettyImages

Così, le trattative si trascinano in avanti. Le piste legate a Inter e Sassuolo si raffreddano, e fanno posto ad altre squadre. Due su tutte, l’ambizioso Napoli del presidente Carlino e la Florentia San Gimignano di Becagli. Le azzurre, neopromosse, stanno costruendo una squadra per puntare ai vertici. Ogni giorno arrivano nuove giocatrici, e il ds D’Ingeo ci prova anche per Heroum. Mentre le toscane vogliono arrivare ad una pedina da affiancare a Re a centrocampo – alla fine arriverà Bianca Bardin.

Tra le due squadre parte l’asta, che dura circa due settimane. Viene stabilito il 27 giugno come giorno del giudizio. Si andrà da una parte o dall’altra. Alla sera del 26, le partenopee sono in netto vantaggio: è 70% Napoli, 30% Florentia. Sullo sfondo appare anche un minimo tentativo del Verona, che però non va in porto.

Photo credit: Giuseppe Cottini/NurPhoto via Getty Images

Ma tra la notte e la mattina del 27 arriva un colpo di scena incredibile e del tutto inaspettato. Sono le 9,00, ma il telefono di Grippo è già al lavoro da ore. “Ha chiamato l’Inghilterra: è un’offerta irrinunciabile!”. L’entourage della giocatrice è convinto, Heroum anche. Si limano gli ultimi dettagli, e si vola in Regno Unito, direzione Brighton. Good-bye Nora, per adesso: chissà che l’Italia possa chiamare ancora.

di Luca Bendoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...