RETROSCENA ICF – Quando l’Inter neopromossa trattò la campionessa Asllani

Dopo una cavalcata da record in Serie B, nell’estate 2019 l’Inter Women si affaccia alla Serie A. La rosa è giovane e forte, ma basterà il manipolo delle “Invincibili” per fare una buona stagione? Negli uffici del Suning Center si dicono di no: servono arrivi importanti, sia dall’Italia, sia con esperienza internazionale.

Photo credit: Marco Luzzani – Inter/FC Internazionale via Getty Images

Allora, in poche settimane, vengono annunciate cinque italiane (il portiere Marchitelli dal Florentia, le centrocampiste Alborghetti e Colombo, e le attaccanti Tarenzi e Goldoni) e altrettante straniere (la francese Debever, la finlandese Auvinen, la portoghese Norton, la ceca Bartonova e la belga Van Kerkhoven). Ma non solo: la dirigente Ilaria Pasqui, nel frattempo, pensa al colpaccio ad effetto.

Foto: InterFC

La chiamata proviene da un numero conosciuto in orbita Inter: è quello di Elio Letterio Pino, che al tempo con la sua agenzia (Top Eleven Management) curava gli interessi di Mauro Icardi, non uno qualunque. L’agente imposta la sua prima trattativa nel femminile, proponendo un grande nome: Kosovare Asllani.

Photo credit: Quality Sport Images/Getty Images

L’attaccante classe ’89 ha appena diputato un ottimo mondiale con la Svezia (conquistando la medaglia di bronzo). Segna tanto, ma gioca anche per la squadra, e in patria è un vero idolo. E’ reduce da un esperienza al Linkoping e ha voglia di cambiare aria: l’Inter si decide a provarci. Viene programmato un incontro con Letterio Pino negli uffici del club, e l’esito è buono.

Photo credit: Diego Souto/Quality Sport Images/Getty Images

Ma nelle settimane successive non arriva l’affondo sperato: l’Inter studia bene, ai nerazzurri piace e si valuta. Le chiamate sono continue, ma nel frattempo entra a gamba tesa il Tacon – che per l’anno successivo ha in programma la cessione del titolo sportivo al Real Madrid. Asllani valuta l’offerta dei Blancos e accetta, aprendo una storia di ciò che sarebbe potuto essere ma non è stato.

di Luca Bendoni

All Photo credit: GETTY IMAGES

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...