ICF – Milan, “batterie a corta durata” ma tre punti importanti

Ultima giornata del girone di andata. Scendono in campo Hellas Verona e Milan. Una partita forse non decisiva, ma indicativa. L’Hellas ha bisogno di continuare a macinare punti salvezza, il Milan deve dare risposte, dopo la deludente prestazione che l’ha vista fuori dalla Supercoppa.

QUI VERONA

Gli ingredienti ci sono tutti. La risposta del campo ha però un retrogusto amaro. Un Verona poco convinto, incapace di ripartire, impreciso anche nei passaggi più intuitivi, dà vita ad un primo tempo praticamente unidirezionale. Nella seconda frazione qualche sporadico lampo prontamente spento dal portiere rossonero non colora una prestazione opaca.

FOTO ICF: Laura Damiano

QUI MILAN

Sul fronte opposto, ancora un Milan che vince ma non convince. Uno 0-1 di misura, sintomo di uno dei principali nei della squadra di Ganz, la scarsa capacità di frapporre gol di scarto a sigillare i match. E così ogni ripartenza delle avversarie può compromettere i 3 punti “costringendo” il tecnico rossonero ad alzarsi dalla panchina e dare indicazioni con un certo ardore. Non sono casuali neppure i numerosi cambi e spostamenti in campo nel tentativo di migliorare “quel qualcosa che non va”. Notevole poi lo scarto di prestazione nelle fasi della partita. Il Milan sembra avere una batteria a breve durata. Primi tempi convincenti, a tratti esaltanti. Seconde frazioni spente.

SIMIC, VITALE, GRIMSHAW

Rimane una vittoria fondamentale in chiave scudetto, con le rossonere che agganciano momentaneamente la Juventus in testa alla classifica collezionando l’ennesimo risultato utile. Il Milan segna poco ma subisce pochissimo. Notevole l’apporto di Julia Simic alla sua prima da titolare e una discreta prova di Vitale, ultimamente messa un po’ in ombra dalle ottime prestazioni di Spinelli. Fa bene anche la subentrata Grimshaw.

FOTO ICF – Laura Damiano

DOWIE, VIAGGIATRICE GOLEADOR

Ma la notizia migliore per mister Ganz è sicuramente il ritorno alla rete di Natasha Dowie, a secco da ottobre. Forse una delle mancanze più sentite. La bomber inglese, con questo sesto gol, ha segnato più di cinque reti in cinque nazioni diverse: Italia, Inghilterra, Australia, Svezia e Norvegia: una viaggiatrice del gol.

Ciò nonostante, Dowie ancora non ha espresso al massimo il suo potenziale. A volte un po’ troppo imprecisa, può dare ancora di più. Attendiamo di vederla al meglio per godere del suo immenso talento. Che sia stata l’occasione giusta per “sbloccarsi”?

Insomma, tanti spunti di riflessione e un girone di ritorno tutto da vivere. Nulla è ancora scritto.

di Chiara dell’Estate

FOTO ICF: Laura Damiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...